Titolarità culturale

Il concetto di titolarità culturale, ancora poco diffuso, è in realtà la chiave d'accesso per comprendere il rapporto del progetto con il pubblico, oltre che le ricadute e l'impatto dello sviluppo sulla cultura. E' oggi in atto un cambiamento di paradigma che ridimensiona tutto il sistema culturale e necessita una nuova costruzione di senso e un nuovo approccio alla gestione del capitale culturale e dell'eredità che ne deriva.

La titolarità è un concetto legato a doppia mandata a quello di Cultural Heritage. Chi si trova ad ereditare un bene, lo considera di sua proprietà e tenderà a prendersene cura; allo stesso modo, tutti noi riceviamo in eredità dal passato e dal presente il patrimonio culturale materiale e immateriale e, in quanto con- proprietari di un bene comune, dovremo tendere a conservarlo, valorizzarlo e arricchirlo, con la prospettiva che altri dopo di noi lo erediteranno a loro volta.

La titolarità culturale quindi altro non è che la "Presa in carico" di una responsabilità comune e condivisa rispetto a un bene comune, corrispondente ad un processo di acquisizione di "titolarità culturale" esercitata con diritto. Si applica a ciò che ereditiamo dal passato e a ciò che abbiamo la possibilità di progettare e di produrre nell'ambito della cultura che viviamo, sperimentiamo ed esercitiamo, con la prospettiva di lasciare a nostra volta questa eredità a chi verrà dopo di noi: un concetto immediatamente riferibile ai beni paesaggistici e architettonici, ma estendibili a tutta la sfera dell'arte e della cultura.

Gruppo privato sulla titolarità culturale.