Be Social

12/10/2017 - Toolbox

Presentazione di alcune iniziative di Social Design realizzate a Torino.

TAG: #design #socialdesign #sociale #interdisciplinarità #inclusione

Relatori

  • Fabio Guida - Plug
  • Francesca Gambetta - Compagnia di San Paolo (area cultura)
  • Anita Donna Bianco - Associazione Dear
  • Giulia Mezzalama - MinD
  • Christian Racca - Plug

Tra le innumerevoli forme del design, il design sociale è una recente ma potente applicazione della metodologia del design thinking a problematiche ed esigenze di persone in difficoltà.

Negli spazi di Toolbox si sono incontrati diversi professionisti del social design che negli ultimi anni hanno dato vita a iniziative di progettazione sociale per abbracciare le difficoltà di alcuni gruppi svantaggiati.

I meritevoli progetti presentati sono:

  • Dear (Design Around): con il progetto Robo&Bobo, Dear ha portato design, elettronica e programmazione nei reparti pediatrici degli ospedali.
  • MinD (Mad in Design): workshop interdisciplinari per l’inclusione sociale e la riabilitazione psichiatrica.
  • Plug (Plug Creativity): promozione e comunicazione di attività in campo culturale, artistico, scientifico e sociale.

I partecipanti alla discussione hanno concordato nel riconoscere la necessità, per il design, di interfacciarsi con altre discipline, lavorare per finalità sociali per trovare un significato nel lavoro e creare dialogo tra profit e no profit. A tal proposito, è stato evidenziato come anche le aziende profit si stiano aprendo a progetti di stampo sociale, a evidenza del fatto che cercare di risolvere le problematiche sociali è un’urgenza di tutti.


Testo di Valeria Collino





Social e Storify di Sara Farinasso

Foto di Paola Ida Rainone