Smart Mobility World 2017

11/10/2017 Lingotto Fiere

L'evento, alla sua quinta edizione, rappresenta la più importante manifestazione europea dedicata alla mobilità sostenibile, digitale e integrata. Evoluzione dei veicoli, smart cities e progresso delle tecnologie sono al centro di un dialogo aperto con realtà pubbliche e private, aziende di grandi dimensioni e start-up.

TAG: #TorinoDesignoftheCity #design #torino #innovazione #heritage #conference #workshop #talk #worlddesignorganization #torinodesign #events #exhibition #reporters #press #turin #innovation #cardesig #smart #Sharing #Urban #lingottofiere #BigData #carsharing

Relatori

  • Giuseppe Guzzardi: Direttore Flotte & Finanza e Vie & Trasporti
  • Cristina Pronello: UTC, Sorbonne Universités
  • Gianni Martino: vicepresidente ANIASA
  • Alessandra Bianchi: avvocato OSBORNE CLARKE
  • Marco Mastretta: direttore ICS
  • Mirko De Feo: Business Development Manager - Italy, Free2Move
  • Gianluca Di Loreto: partner Bain&Company
  • Daniele Mancuso: Business Developer TPS - GO Mobility
  • Virgilio Cerutti: Head of Business Development Central Coordinatin FCA
  • Alberto Colorni: direttore Consorzio Poliedra - Politecnico di Milano
  • Maurizio Difronzo: direttore scientifico Elaborazioni.org
  • Emanuele Lazzarini: manager RWA Consulting
  • Emiliano Saurin: founder URBI
  • Giuseppe Estivo: Divisione Infrastrutture e Mobilità, Comune di Torino
  • Filippo Salucci: dirigente - Direzione centrale mobilità trasporti ambiente, Comune di Milano
  • Massimiliano Curto: CEO WETAXI

Nei giorni 10 e 11 del mese di ottobre si è svolto presso Lingotto Fiere l’evento che ha avuto come temi la Sharing Mobility, le città intelligenti e le auto senza conducenti. I nostri ragazzi hanno seguito la conferenza "Sharing & Urban Mobility"

Dopo i saluti istituzionali dell’assessore alla viabilità e ai trasporti della città di Torino Maria Lapietra sono intervenuti Cristina Pronello e Gianni Martino i quali, con tono appassionato ma leggero, hanno aperto un piccolo dibattito sull’utilizzo del Car Sharing. I punti salienti emersi dallo scambio di battute sono l’uso massiccio del car sharing in città come Roma e Milano dove il servizio è attivo da 4-5 anni, la variabilità dell'utilizzo del servizio dovuta a fattori quali il clima, l'età dei fruitori, le fasce orarie ecc. e la nascita di servizi di condiviose di veicoli a prezzo fisso (ad esempio WeTaxi. La parola è poi passata a Daniele Mancuso il quale ha spiegato come il sistema car sharing sia un sistema che NON può autosostenersi in quanto, secondo i suoi studi, la differenza dei tempi di stazionamento delle auto private (95%) e delle automobili adibite ai servizi di sharing (75%), non è sufficiente a garantire la sopravvivenza di questo business.

A seguire l’avvocato Alessandra Bianchi ha illustrato il rapporto tra la legislazione italiana e il car sharing focalizzandosi soprattutto sulla legge già in vigore relativa all'adozione delle scatole nere, lasciandoci però con un punto di domanda su di chi sia la proprietà dei dati forniti da queste. Resta però il problema che il car sharing è ancora poco utilizzato in Italia come mostra Gianluca Di Loreto con i risultati ottenuti in seguito a un focus group di 2000 utenti; uno dei motivi che determinano questo disagio è che il car sharing e introdotto da molti comuni senza tener conto delle reali esigenze delle persone. Ci sono però alcune iniziative che promuovono la diffusione di queste vetture come numerose app tra cui la più recente, nonché la più aggiornata, è Free2Move che dà la possibilità di scegliere dal proprio device il servizio sharing desiderato (car, bike o scooter).

Nella fase conclusiva della conferenza il tema che ha avuto maggior successo e stato quello della “mobilità” declinata in tutti i suoi campi (sostenibilità, integrazione e servizi) raccontati da Alberto Colorni, Maurizio Difronzo, Emanuele Lazzarini, Emiliano Saurin, Giuseppe Estivo, Filippo Salucci, Massimiliano Curto e Virgilio Cerutti. Quest’ultimo ci ha lascaito un questione su cui riflettere: “cosa ci aspettiamo come soluzioni?”, fornendoci anche un input per una possibile risposta: “Sicuramente soluzioni ombrello in grado di coordinare i vari mezzi di trasporto”.


Testo di Melania Cioata-Burduja

Foto di Federico Blandino